Società e benessere psico-fisico: quanto conta lo sport?

L’emergenza legata al Covid-19 ci ha costretti, nostro malgrado, a fare i conti con una situazione quasi surreale per la quale si sono resi necessari provvedimenti drastici quali la chiusura totale (o c.d. lockdown) di tutte le attività del Paese, tranne i servizi essenziali, come annunciato la sera del 9 marzo 2019, regolamentati dai DPCM che si sono susseguiti a partire dal 10 marzo. L’Italia intera si è fermata. Questo ha comportato repentini cambiamenti nelle abitudini di vita di ogni singolo individuo. Senza nemmeno aver il tempo di rendersi conto di ciò che stava accadendo, ci siamo trovati costretti a cambiare le nostre abitudini di vita e a rivalutare, con occhi diversi, tutti gli aspetti della vita quotidiana che ognuno di noi riteneva appartenessero alla “normalità”. Ed ecco, dunque, che abbiamo (forse…) riconosciuto l’importanza di ciò che la modernità ci ha, per così dire, “consegnato”.

Pur riconoscendo che i temi sui quali abbiamo avuto modo di fermarci a riflettere in questi ultimi mesi sono davvero tantissimi (ad esempio, la salute, gli affetti, il mondo del lavoro, la musica, le arti e lo spettacolo e via di seguito) merita una riflessione anche il tema dello “sport”, nella sua più ampia accezione che, accanto allo sport a livello agonistico, vede lo sport e l’attività fisica come parte integrante della quotidianità di un’ampia fascia della popolazione e lo “sport come spettacolo”.

In epoca moderna lo sport è divenuto un “fenomeno sociale” (ed economico) che, come tale, ha guadagnato ampi spazi nelle discipline sociali. In particolare, in ambito sociologico è stato definito un “fatto sociale totale” poichè abbraccia tutti gli ambiti sociali e culturali della società moderna (si pensi allo sport come strumenti di educazione e formazione, al campo della salute, alle associazioni e alle società sportive, al peso economico dell’attività sportiva nella società, al marketing, ecc.). Lo sport rappresenta “una sorta di microcosmo rispetto all’intera società” (Ian Robertson, 1988) e, pertanto, anche attraverso uno sguardo attento nei confronti di valori, discipline e caratteristiche che lo contraddistinguono, è possibile conoscere meglio il mondo in cui viviamo. 

Il fenomeno sportivo è un elemento culturale che si è evoluto dalle società antiche (si pensi agli “agones”, i giochi sportivi dell’antica Grecia) fino ad arrivare all’accezione moderna di quel che intendiamo quando parliamo di sport. 

Sport e attività fisica coinvolgono e influenzano le diverse dimensioni della vita quotidiana sia rispetto ad una partecipazione individuale sia rispetto ad una partecipazione collettiva del tempo libero. Quest’ultimo è un tema centrale della Sociologia dello Sport di Magnane che, approfondendo il concetto di loisir lo descrive quale sorta di risposta ai bisogni umani oggi identificabili nel quadro del tempo disponibile, oltre, cioè, la soglia delle coazioni lavorative e degli obblighi sociali quotidiani” (Magnane, 1964). Dove lo sport viene preso in considerazione secondo diverse accezioni, in quanto ha “una notevole importanza anche in quanto spettacolo” (Magnane, 1964). 

I campi di ricerca maggiormente indagati dalla sociologia dello sport, infatti, riguardano lo sport come fenomeno culturale, il rapporto tra sport e televisione, il pubblico sportivo. Tuttavia, lo sport e l’attività fisica rivestono una fondamentale importanza soprattutto per le molteplici funzioni che rivestono durante l’arco di vita di ogni individuo. Si pensi a come le attività ludico-motorie e sportive influiscano sulla formazione e sulla crescita di ognuno sin dalla tenera età. Lo sport, inoltre, riveste importantissime funzioni di aggregazione, socializzazione e integrazione sociale. La pratica sportiva, per utilizzare un eufemismo, costituisce una “palestra” in cui allenarsi nella relazione con sé e con gli altri. 

I grandi cambiamenti culturali della società moderna hanno contribuito alla diffusione di una cultura “cultura del tempo libero” che vede protagonisti lo sport, il fitness e il welness quali tra gli elementi essenziali per la ricerca del benessere psicofisico. Dunque, lo sport non solo incentiva l’aggregazione sociale ma costituisce anche un efficace strumento di prevenzione e promozione della salute.