Soggiorno didattico culturale a Roma World: un vero successo!

Il 4 settembre, spinta dalla curiosità di conoscere questo Parco sugli antichi Romani  di recente apertura, ho  visitato “Roma World”, sfidando l’afa  caratteristica della zona sud pontina (ci troviamo a Castel Romano 200, vicino al più noto Cinecittà World).

Appena entrata nell’area tematica, ho assistito all’appassionante lotta tra atleti – gladiatori, presso la piccola Arena del Parco :questa, come tutte le attrazioni di “ Roma World, sono indicate per bambini e per adulti. Questo desiderio  di emergere da schiavo ad uomo libero, si percepisce oltre alla detta Arena, anche presso la gigantesca scenografia  che riproduce il  Circo Massenzio , dove si è ambientato il Kolossal sequel di “Ben- Hur “: un’enorme opera architettonica italiana, ambientata tra  l’ agro pontino e Matera e con registi ed attori americani come: Jack Huston (Giuda Ben- Hur), Toby Kebbell (Messala) , MorganFreeman (sceicco Iderim, Nazarin Boniardi (Esther), Ayelet Zurer (Naomi) e diretto da Timur Bekmambetov,  nel 2014.

Quanto alla divertente possibilità data ai visitatori di vestirsi da console romano, o da dea romana, da gladiatore, da legionario, o da nobili, c’è ampia scelta nelle bancarelle del Mercato.:un vero tuffo nel passato, grazie alla presenza delle monetazione imperiale in copia, nonché coroncine di fiori per bambine e tuniche che imitano quelle antiche di vario genere. Un altro pezzo forte di questo Parco a tema è la ricostruzione  di un armatura romana, fornita dal Gruppo Storico Romano , il famoso gruppo  che ogni anno, il 21 aprile , si esibisce al Circo Massimo per festeggiare in grande stile i natali capitolini; decine di appassionati riproducono fedelmente le tattiche e le armature di tutte le epoche dell’ antica Roma, da quella regia al tardo antico. In questo caso, un degno rappresentante del Gruppo Storico ha messo a disposizione la più famosa ed iconica armatura Romana, la lorica segmentata, utilizzata dall’epoca tardo repubblicana al terzo secolo d.C.

È stato emozionante poter scattare delle foto vestiti con la lorica, l’elmo del legionario, nonché l’armamento  dell’epoca al completo ,il grande scudo rettangolare, il gladio e il pilum, il famoso giavellotto  utilizzato per secoli dalle legioni. Sicuramente “Roma World” ha enormi potenzialità se sfrutterà maggiormente l’esperienza e la passione  del noto gruppo storico, magari in date particolari da ricordare , con la ricostruzione di qualche battaglia campale storica delle legioni Romane, dato che lo spazio non manca. 

A scopo didattico, suggestiva la mini passeggiata nella macchia mediterranea:una guida molto brillante ci ha spiegato la simbologia greco romana di molte piante e fiori presenti nel percorso ,come il mirto, il lauro, l’alloro, il fico e, la vite a soddisfare il dio Bacco. E dopo la flora, andiamo ad ammirare la fauna.. I più piccoli affascinati dalla fattoria con cavalli, tenere pecore nane, leprotti e conigli: possono chiedere consigli agli addetti; ma la fascinazione continua ben oltre il contesto domestico; in uno spazio creato apposta per loro, si svolgono ben due spettacoli con gli uccelli rapaci.. Gufi , maestose aquile e civette, saranno ribelli o rispettosi della loro coraggiosa platea?

Un’altra mini sfida, molto più tranquilla, delle precedenti è la possibilità di giocare con arco e frecce con un sorridente istruttore, nel fresco dell’ agro  pontino.

E dopo il tramonto, gli ospiti si possono fermare alla “Taberna”. Gli addetti di sala imbandiscono i tavoli con particolari posate e caraffe di terracotta: abbondante orzo di verdure, carne alla griglia, vino, frutta e dolce: insomma, un menù da 20 euro a persona, davvero degno di un console…

All’imbrunire, bellissima la coreografia con i danzatori di fuoco; diventa quasi un viaggio esperienziale tribale.

“Roma World” convince; essendo inaugurato il 9 luglio, saremmo lieti di apprendere che possa essere ampliato ,nei prossimi anni, anche aggiungendo la presenza di un bar gelateria più classico , rispetto alla TABERNA. Ben rispettate le norme anti-Covid.

Il costi del biglietto adulto è 15 euro, che comprende tutte le attrazioni. 29 euro ingresso più cibo all inclusive; opportunità di pernottamento in tenda, per rendere l’esperienza sensoriale ancora più unica.

Cogliamo dell’ottimismo nel finanziamento di circa 1 milione di euro stanziati da Stefano Cigarini, già Amministratore Delegato di Cinecittà World, nel turismo decentrato e nello spettacolo subito dopo la pandemia che aveva provocato danni incalcolabili in questo settore. E che tutte le arti possano ripartire con forza ed entusiasmo in tutta la Nazione!