La bellezza dell’arte e della musica nel dar voce alla cultura della legalità

Il ricordo di Peppino Impastato, attraverso le parole di suo fratello Giovanni, ci riporta ad un tema sempre attuale. L’impegno nella lotta alla mafia o, meglio, alle mafie. Oggi, la criminalità organizzata si è adeguata ai cambiamenti della società. Le mafie sono molteplici e si manifestano trasversalmente. Non esiste più una localizzazione territoriale. La criminalità così come tradizionalmente intesa, permane, accanto alla criminalità dei cosiddetti colletti bianchi, con diverse modalità di infiltrazione nel tessuto politico e sociale, molto più sottili e meno evidenti rispetto al passato. La criminalità, così intesa, si inserisce nel più ampio concetto di illegalità, alla quale si contrappone, dunque, la legalità.

Che cosa intendiamo quando parliamo di legalità? L’enciclopedia Treccani ci fornisce una possibile definizione: “L’essere conforme alla legge e a quanto è da questa prescritto”.  Il tema della legalità, tuttavia, va ben oltre gli aspetti normativi, permea l’intera società. È un concetto che racchiude una molteplicità di valori, culturalmente appresi, che guidano i comportamenti e orientano l’agire di ogni individuo. Il Senatore Pietro Grasso definisce la cultura della legalità come “qualcosa di più della semplice osservanza delle leggi, delle regole; è un sistema di principi, di idee, di comportamenti, che deve tendere alla realizzazione dei valori della persona, della dignità dell’uomo, dei diritti umani, dei principi di libertà, eguaglianza democrazia, verità, giustizia come metodo di convivenza civile”. [Grasso, P., 2011, Legalità e giustizia, in Giannini, A.M., Sgalla, R., Giovani e legalità (pp.173-184), Il Mulino].

Quando parliamo di valori e sistemi valoriali ci riferiamo essenzialmente a quei principi ideali in base ai quali le persone orientano le proprie scelte, che forniscono i criteri per valutare le azioni proprie e altrui (Schwartz, 1992), in relazione all’importanza che viene attribuita ai valori medesimi. I valori, espressione degli orientamenti e delle credenze individuali e collettive, influenzano le azioni, con conseguenze sul piano pratico, psicologico e sociale. Valori quali il rispetto e il riconoscimento dell’“altro” nel contesto sociale, richiamano, inoltre, alla responsabilità di ogni individuo nella costruzione di un vivere comune ed anche alla capacità di riconoscere le conseguenze delle proprie azioni. 

I valori sono culturalmente appresi e, spesso, profondamente radicati nella cultura di appartenenza. Chi è nato e cresciuto in un contesto familiare e sociale caratterizzato da valori “mafiosi”, in contrasto con quelli che sono i principi di legalità, attraverso la conoscenza e l’apertura mentale può ampliare i propri orizzonti culturali ed abbracciare quei principi che permettono di valorizzare la crescita personale di ognuno. Peppino Impastato viene ricordato per il suo impegno personale, politico e morale, nella lotta alla mafia e all’intero sistema mafioso. Si è ribellato ad un sistema cui apparteneva per legame di sangue. Giovane molto attivo e curioso, voce di un cambiamento che, evidentemente, sentiva molto forte dentro di sé. In contrasto con quelli che erano i valori della propria cultura di riferimento e dai quali si è discostato apertamente, nonostante sia stato un percorso certamente doloroso. 

Peppino Impastato ha dato un grandissimo contributo nella diffusione di una cultura della legalità. E lo ha fatto con le risorse e i canali di comunicazione che ha ritenuto potessero far arrivare il suo messaggio di protesta per dar voce al suo desiderio, e a quello di tanti giovani, di vivere in un paese in cui poter avere la libertà di affrancarsi dalla cultura mafiosa. Libertà che è possibile esercitare soltanto attraverso scelte che, inevitabilmente, comportano responsabilità. Un termine anch’esso carico di significato, soprattutto quando riferito all’agire individuale. Ogni singolo individuo è responsabile del processo di costruzione della propria identità, politica, etica, morale, sociale, individuale, e della strada da percorrere.

Lascia un messaggio

La registrazione non è richiesta.