Tutti insieme appassionatamente

FLAVIO OREGLIO: PER UNA COSCIENZA CRITICA.

Ciao Flavio, ci vuoi raccontare come nasce il tuo rapporto con Giovanni Impastato?

Ho sempre partecipato alle iniziative antimafia, collaborando anche con Rita Borsellino.

Ho conosciuto Giovanni Impastato grazie a Tiziano Riverso, amico fraterno di immemore data, con cui ho collaborato in diversi progetti, insieme anche ad Ale e Franz e tanti altri artisti.

Nel 2008, per il trentennale della scomparsa di Peppino Impastato,  è nata l’idea della ‘Veleggiata della Legalità’. 

Un viaggio di 700 miglia sul 15 metri “Martinez… impunito” per la prima ‘Veleggiata antimafia’ che ha coinvolto associazioni, enti e artisti impegnati nella lotta alla criminalità organizzata.

Partiti il 14 aprile, siamo arrivati in Sicilia il 9 maggio,  giorno della manifestazione nazionale per ricordare Peppino. Abbiamo partecipato al concerto organizzato nella via principale di Cinisi, insieme ai Modena City Ramblers e ad altri gruppi. 

Per quell’occasione ho scritto ‘Vorrei’, una canzone dedicata alla madre, Felicia Bartolotta, interpretata da me e dai Luf. 

Un canto antimafia che celebra questa donna straordinaria.

Una donna che accomuno al figlio per il grande coraggio dimostrato. 

Coraggio che diventa esempio.

Felicia è una bella testimonianza perché, al di là del dolore umano, ha avuto un atteggiamento molto forte, un coraggio incredibile. Disse: ‘Non  voglio vendetta, ma voglio giustizia.’

Con questa frase prendeva le distanze da un mondo, presupponendo altri parametri.

Un gesto umano importantissimo, ma anche un gesto culturale se si pensa che a dire quelle parole, con quella forza, era una donna del Sud che apparteneva ad una famiglia mafiosa.

Con Giovanni è nata una bella amicizia. I nostri cammini si intrecciano spesso e l’impegno che ruota intorno a questi progetti è rimasto immutato nel tempo.

L’ultima volta che l’ho incontrato è stata nel 2017, quando sono tornato a Cinisi per ricevere il premio ‘Musica e Cultura’ per  ‘Vorrei’, brano molto emozionante che inserisco sempre nei miei spettacoli.

Penso che una canzone possa essere un mezzo per veicolare un messaggio. La canzone vive di vita propria, viaggia sul web, sulle piattaforme digitali. La si ascolta, la si usa come colonna sonora di un video,…

Penso che la si possa considerare come una sorta di staffetta che rappresenta il continuo camminare di alti ideali sulle gambe di tutti quanti. Ha il potere di rafforzare un messaggio. 

Sì, la  canzone dà il suo piccolo contributo al lavoro quotidiano, costante e minuzioso portato avanti dall’Associazione Casa Memoria. 

E’ un messaggio importante per le nuove generazioni che dovrebbe essere portato nelle scuole, attraverso l’insegnamento alla legalità e alla giustizia. Cosa ne pensi?

Qui si apre una bella parentesi su un tema a me molto caro, quello dell’insegnamento e delle materie insegnate a scuola. Sono anni che sostengo determinate cose e, recentemente, ho sentito  Umberto Galimberti sostenere le mia stesse tesi.

Ha confermato il mio pensiero, sottolineando l’importanza di insegnare la filosofia già dalle elementari.

Materie come EDUCAZIONE CIVICA, EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’ E  EDUCAZIONE CRITICA sono fondamentali per la formazione dei ragazzi.

Il ruolo della scuola è dì dare informazioni, ma dovrebbe principalmente ‘costruire’ l’essere umano. Dovrebbe fornire la coscienza del sé, la capacità critica e la conoscenza dei principi base che governano questo mondo. Altrimenti tutti potrebbero fare qualunque cosa, pensando sia lecito farla. Ma non è così!

Dobbiamo imparare a conoscere, a distinguere, ad avere uno spirito critico per analizzare ciò che osserviamo e che dobbiamo affrontare.

Bisogna sempre tenere vivo il ricordo di figure come Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Felicia Bartolotta, Peppino  Impastato e tutti gli uomini e le donne che hanno combattuto la mafia.

Perché, come diceva Peppino: ‘LA MAFIA UCCIDE, IL SILENZIO PURE.’

VORREI  (Dedicata a Peppino Impastato)

Testo e musica di Flavio Oreglio e Dario Canossi.

https://www.flaviooreglio.it/

Lascia un messaggio

La registrazione non è richiesta.