Minori e nuove tecnologie



LE FOTO DEI BAMBINI ONLINE

Occorre sempre ricordare che le immagini dei minori pubblicate on line potrebbero finire anche nelle mani di malintenzionati. Meglio quindi non lasciare che i più piccoli possano pubblicarle online da soli.

Ma è bene che anche gli adulti evitino di “postare” foto di minori.
Se proprio non si vuole fare a meno di pubblicare immagini i cui ci sono

bambini, utilizzare in quel caso almeno alcune accortezze, come:

– rendere irriconoscibile il viso del minore (ad esempio, utilizzando programmi di grafica per “pixellare” i volti, disponibili anche gratuitamente online);

– coprire semplicemente i volti con una “faccina” emoticon;

– limitare le impostazioni di visibilità delle immagini sui social network solo alle persone che si conoscono.

Il Regolamento UE/2016/679 in materia di protezione dati prevede che i sistemi elettronici siano prodotti e configurati per ridurre al minimo la raccolta e il trattamento di dati personali (privacy by design e privacy by default). Importante ricordare anche il principio di minimizzazione dei dati, richiamato all’art. 5, par. 1, lett. c) del Regolamento.

Occorre inoltre che siano rispettati alcuni principi fondamentali, come quello di trasparenza riguardo il trattamento dei dati e i diritti riconosciuti dal Regolamento Ue alle persone fisiche.

Tali regole e principi debbono essere conosciuti e rispettati dai produttori di dispositivi digitali e dai fornitori di servizi di comunicazione ed eventualmente certificati.

I comportamenti allarme 
Potrebbe essere tutt’altra l’origine del turbamento di vostro figlio, alcuni comportamenti non vanno sempre ascritti a situazioni di abuso o molestie,
soprattutto se sta attraversando un momento evolutivo particolare (preadolescenza, adolescenza, separazioni o cambiamenti familiari). Tuttavia, se questi comportamenti riguardano l’uso del computer o del telefonino, vale la pena cercare di comprendere cosa sta realmente accadendo.

Ecco i casi in cui prestare attenzione:

• se tuo figlio modifica improvvisamente l’uso del telefonino o del computer e passa molto tempo a scrivere sms, a effettuare o ricevere chiamate, anche in tarda serata, e rimane connesso per molte ore al PC;

• quando si allontana e si apparta ogni volta che riceve o effettua una chiamata con il telefonino o si connette a Internet; 

• se mostra ansia o rifiuta categoricamente di farti vedere il suo telefonino o lo schermo del computer mentre naviga o è connesso; 

• se consuma molto velocemente il credito telefonico e non ti dà spiegazioni circa i suoi consumi;

• se mostra ansia e preoccupazione quando squilla il telefonino o mentre è connesso senza spiegarne spontaneamente il perché;

• quando modifica i ritmi sonno-veglia (dorme troppo, dorme poco, ha incubi) o il comportamento alimentare e il rendimento scolastico.

Per i genitori 

• Navigazione sicura e consapevole dei minori su internet

• Uso sicuro del telefonino di tuo figlio

Lascia un messaggio

La registrazione non è richiesta.