Bruno Bozzetto: Poetica e Coscienza Ecologista.

Schierato da anni sul fronte della tutela degli animali e dell’ambiente, Bruno Bozzetto contribuisce costantemente con la sua arte visiva e la sua poetica alla promozione di una coscienza ecologista, sensibilizzando l’opinione pubblica e denunciando le atrocità inflitte a milioni di innocenti creature.
In gioventù, Bambi di Walt Disney fu per lui motivo di riflessione sulla reale natura dell’uomo.
La colonna di fumo che saliva da una splendida pineta, primo segnale di pericolo per il piccolo cerbiatto, gli fece capire quale fosse l’impatto dell’uomo sulla Terra.

Come poter rimanere indifferenti alla visione degli allevamenti intensivi, alla vivisezione o alla sperimentazione animale?!!
Sono pratiche di una crudeltà inaudita e gratuita. Non si può essere così ipocriti da nascondere come struzzi la testa sotto terra!

Con la sua matita, Bruno Bozzetto è capace di far riflettere su noi stessi e sui nostri errori. 

Alcune vignette sono dei veri e propri ‘urli’, talmente potenti da colpire come un pugno sferrato allo stomaco.

Galline, conigli, pecore, agnelli, mucche e vitelli non sono più esseri senzienti, ma cibo per le nostre pance. Allevati per essere uccisi.

E allora, ‘perché non mostrare nei ristoranti prima di ordinare un piatto, un filmato per far vedere cosa accade nei macelli?!’.

Occorre risvegliare  in continuazione la coscienza delle persone, portando alla luce drammi che coinvolgono milioni di esseri viventi e senzienti.

In Europa milioni di animali vivono confinati in gabbia in attesa della macellazione: nel nostro Paese ne sono stati stimati più di 45 milioni.

Questo è un sistema crudele che limita e impedisce l’espressione degli istinti naturali degli animali.
L’assenza di movimento determina un’esistenza di dolore e frustrazione e li riduce a macchine da carne/latte/uova.

Bisogna ricordare che i diritti umani sanciti nel 1948 dal’Assemblea delle Nazioni Unite valgono anche per gli animali.

Ogni anno, il 10 dicembre si celebra la ‘Giornata internazionale dei diritti’ degli amici a quattro zampe: un appuntamento per ricordare alla società civile che la libertà, la giustizia e il rispetto sono valori fondamentali, senza distinzione di specie.

Il rispetto per la Vita, la nostra e quella di tutto ciò che ci circonda, è segno di civiltà.
Gli animali hanno un elevato livello di coscienza, sensibilità e capacità di sviluppare sentimenti.

Il primo diritto degli animali è il diritto alla vita.

Un pensiero riguardo “Bruno Bozzetto: Poetica e Coscienza Ecologista.

  1. Un tema che mi sta molto a cuore. Vegetariana sin da piccola, ho sempre denunciato le violenze verso gli animali.
    C’è ancora molto da fare, ma credo che qualcosa si muova. Le immagini che circolano su Facebook, stanno smuovendo la coscienza sopita, da cattive informazioni. La gente mostra pietà verso gli animali ed appare indignata dalle violenze che vengono a loro riservate, da gente crudele e insensibile.

Lascia un messaggio

La registrazione non è richiesta.