45 giri ai Raggi X – ADRIANO CELENTANO “ Il problema più importante / È inutile davvero”

ADRIANO CELENTANO

CLAN

N° Di Catalogo: ACC 24016

Stampato in: Italia

Data: 1964

Rarita’: COMUNE

Quotazione: euro 5,00 / 8,00

Qualità Grafica Della Copertina: 7

NOTE EVENTUALI: Accattivante la combinazione della copertina, opera di Daniele Usellini, con un Celentano sgranato che occhieggia fuori campo; come se davvero avesse un problema molto importante (che di sicuro  non aveva). “Adriano Estate” recita il retro di copertina e, per quella estate del 1964, con questo 45 giri, ci trovammo davvero di fronte ad uno di quei singoli toccati dalla fortuna ma, soprattutto, davvero belli e stuzzicanti. Lui conquistò l’alloro del 4° posto assoluto tra tutti i singoli venduti in Italia nell’anno di pubblicazione.

LATO A: Il problema più importante (Beretta – Rudy Clark – Miki Del Prete)

ACCOMPAGNAMENTO: Orchestra diretta da Mariano Detto / I Ribelli 

QUALITÁ ARTISTICO MUSICALE: Super

Forse non ci crederete ma è vero, la malinconia ci prende di sera, con la barba già fatta, soli, senza nessuno… Tutta in queste concentrate parole quella apatia torpida e stanchevole di una calda estate solitaria, per chi non era consolato dall’amore per una ragazza. Adriano Celentano fece davvero centro con questa fantasmagorica cover (If You Gotta Make a Fool Of Somebody) che è risalibile, come primaria ottima interpretazione, al coloured James Ray, nonostante in molti la attribuiscano direttamente a Timi Yuro, che ne fece una trasposizione eccelsa e dalla quale lo stesso Adriano prese spunto per la propria impeccabile esposizione. Altro da dire? Nulla più, quando si parla di una canzone tanto bella e così ben interpretata che proprio non si trovano punti deboli. Un Celentano che fece impazzire i suoi fan per questa che, insieme a Stai lontana da me è sicuramente il massimo delle sue interpretazioni in italiano di canzoni straniere.     

LATO B: E’ inutile davvero (Miki Del Prete – Mogol – Gino Santercole)

ACCOMPAGNAMENTO: Orchestra diretta da Mariano Detto / I Ribelli

QUALITÁ ARTISTICO MUSICALE: Ottima-

Non avevo ancora mai scritto una canzone; una notte feci un sogno straordinario: mi trovavo in un posto strano e sentivo una musica magnifica con viole e violini. Mi svegliai alle quattro del mattino, sentivo in me una serenità incredibile, presi immediatamente la chitarra e provai a suonare quel motivo. Poi mi riaddormentai e la mattina dopo la feci ascoltare ad Adriano: <Bellissima, la inciderà Milena (Cantù)>. Per fortuna non era nelle sue corde, la incise Celentano e fu un grande successo… Parole confidatemi dall’autore Gino Santercole per una mia intervista pubblicata sul “Nuovo Ciao Amici”. In effetti E’ inutile davvero è senza dubbio una brillante canzone; la mia valutazione (ottima-) non proprio altissima è data dal fatto che, purtroppo e per caso sicuramente, ricorda due altre canzoni: Under The Boardwalk dei Drifters e You Better Move On di Arthur Alexander che, a loro volta, si somigliavano molto. Ciò comunque non inficia troppo la peculiarità musicale del brano italiano che resta una canzone splendida da ascoltare, nonostante la pesantezza degli strumenti a fiato che ne sottolineano l’incedere; il motivo invece è eccelso e la performance del Molleggiato, come al solito, impressiona l’ascoltatore.

Lascia un messaggio

La registrazione non è richiesta.