Il Santuario Capra Libera Tutti: il diritto di amare, di pensare e di vivere.

Quanta violenza ogni giorno viene praticata sugli animali?
Cosa spinge l’uomo a considerarli esseri inferiori solo perché non dotati di parola?
Perché non ci sono leggi che ne tutelano la vita e la dignità?

A pochi chilometri da Roma, sulla via Salaria, a Nerola, esiste un luogo dove un uomo, un ex allevatore, non ce l’ha fatta più a veder morire i suoi animali.
Il suo nome è Massimo Manni e ha deciso di cambiare la sua vita e la sua visione del mondo, cambiando drasticamente rotta e decidendo di salvarli e prendersene cura.
Il Santuario Capra Libera Tutti è il luogo dove Massimo vive e dà riparo a più di 200 animali.

Il Santuario Capra Libera Tutti vive per due motivi principali:

Aiutare gli animali sopravvissuti al maltrattamento e allo sfruttamento umano a guarire dalle ferite sul corpo e nell’anima.

Far capire alle persone che gli animali – tutti – hanno il diritto di amare, di pensare, di vivere. Proprio come me e te. 

Scrive Massimo sul profilo fb del santuario:
Un santuario di animali liberi non è uno zoo. Ci spingono a credere che andare allo zoo permette di avere un contatto ravvicinato con certe specie, ma non a riflettere sul fatto che in realtà, quel contatto che egoisticamente cerchiamo, allo zoo certamente non esiste.
Non esiste perchè dentro uno zoo si può solo osservare animali di specie differenti confinati dentro recinti o gabbie, animali privati della loro libertà e del loro habitat.
E’ frequente se non inevitabile che gli animali dentro gli zoo tendano ad avere comportamenti stereotipati, sintomi di stress e patologie dovute ad ambienti stretti ed innaturali.
Al contrario, un santuario evita qualsiasi attività che metterebbe gli animali in una situazione indebitamente stressante.
In totale opposizione agli zoo, gli animali dentro un santuario non diventano strumenti di intrattenimento dai quali trarre profitto, ma vengono riconosciuti per ciò che sono: esseri viventi dotati di propria personalità e propri bisogni ed attitudini.
Nei santuari si entra con rispetto e senza la pretesa di avere un contatto a tutti i costi con gli animali: si lascia che siano gli animali a scegliere se relazionarsi con noi oppure no.
Gli animali sono liberi di sottrarsi al nostro contatto e allo sguardo.
Nei santuari non si va per coccolare gli animali ma per conoscerli.’

Per conoscere meglio la storia del Santuario, vi invito a guardare ‘Dalla tua parte, il documentario girato per la trasmissione RAI ‘Che ci faccio qui’:
https://www.raiplay.it/video/2020/05/Che-ci-faccio-qui—Dalla-tua-parte-e7220c60-6df7-4ead-a183-b2f629c3b22f.html

Per contribuire all’esistenza e alla resistenza del santuario, trovi le possibili modalità di seguito:

In maniera gratuita e divertente tramite abillion: https://fb.watch/8CuuxqBVh6/

Tramite il nostro sito web:https://capraliberatutti.org/dona-ora/

PAY PAL: capraliberatutti@gmail.com
ATTENZIONE! Per evitare trattenute PayPal, fate la ricarica come “amici e parenti”

IBAN: IT53 Q083 2773 7400 0000 0005 142
IMPORTANTE: intestato a “Santuario Capra Libera Tutti”

POSTEPAY: numero carta 5333171092129416 Codice fiscale: MASSIMO MANNI MNNMSM73B13H501F

Con 1€ al mese tramite ilTeaming:https://www.teaming.net/santuariocapraliberatutti

Acquistando merchandising tramite il seguente link:https://worthwearing.org/store/santuario-capra-libera-tutti

Il vostro supporto aiuta il Santuario Capra Libera Tutti a vivere.
Grazie a voi riusciamo a portare avanti la nostra missione: aiutare gli animali e far capire a quante più persone possibili che ogni essere vivente è importante.

Lascia un messaggio

La registrazione non è richiesta.