L’intervista di Re Salomone: Shila Bozzetto (DOGGY)

Shila (DOGGY)

Mi chiamo Shila e posso dire di essere stata davvero fortunata.
Se questa famiglia di simpatici svitati non mi avesse adottata, sarei finita nelle mani di un brutto tipo che aveva già deciso di tenermi giorno e notte legata fuori casa a fare la guardia. Io la guardia???!!!  Ma che follia è mai questa?! Io che son così piccina e ho paura persino della mia ombra!

Mi hanno chiamata Shila perché Johnny, il mio proprietario, aveva vissuto parecchio tempo con i Pellerossa in America e conosce molto bene la loro lingua.
Shila credo significhi aquila in quella lingua, ma sinceramente io non ho proprio nulla di un’aquila e non so neppure volare.
Comunque il nome mi piace molto.

Quelli che mi hanno adottato si chiamano Bruno, Wally e ‘legemelle’ (Anita e Irene).
Spesso parlano tutti insieme e non si capisce mai niente, però mi trattano bene, mi grattano spesso la pancia e mi danno sempre da mangiare cose super buone.
Io insisto a chiederne altre mentre loro sono a tavola e così mi sgridano e protestano,  ma alla fine mi danno sempre qualcosa.

Wally, la capo branco,  ripete ogni giorno che “da domani i cani non devono più entrare in cucina!”, ma probabilmente il “domani” è una cosa che non esiste, perché, anche se borbottano, mi lasciano sempre entrare.

In questa casa non ci vivono solo loro… credo proprio di essere finita in una specie di zoo.
Vivono con me una gatta, che chissà perché hanno chiamato Tigro anche se è femmina, e un’altra cagnolona tutta bianca, più grande di me.
Lei si chiama Lola e li sento sempre dire che è un cane molto dolce… non credo intendano di sapore, perché nessuno di loro mangia i cani, ma forse perché ha le ciglia più lunghe delle mie ed ha sempre un’aria sognante.

I simpatici svitati hanno sempre offerto ospitalità ad ogni specie animale: oche, gatti, passerotti, ricci, pappagalli, furetti e tanti altri ancora.
Pensate che c’è persino una pecora di nome Beeelen che vive in una casetta in mezzo al prato e che ogni tanto viene a trovarci.
E’ un animalotto di colore chiaro ed è tutto tondo.
Mi hanno detto che ha iniziato la sua carriera come modella per un certo Giotto! E anche Botero le ha fatto la corte per un po’!

https://video.virgilio.it/guarda-video/bruno-bozzetto-e-beeelen_ms918352

Fa sempre dei versi strani (credo stia frequentando un corso di lingue on-line per imparare ad abbaiare) e quando entra in casa corre come una saetta in cucina, cercando di arraffare tutte le cose commestibili che trova in giro. Sembra un grande tubo digerente vagante!
Meglio starle alla larga perché se finisci sotto uno dei suoi zoccoli rischi di fare davvero una brutta fine…

Una volta l’ho vista sorseggiare una tazza di tè insieme al Bruno, mentre conversavano sul futuro del Pianeta.

Lola mi ha detto che per un periodo è stata anche una vera Star sui social e che poi è stata rimpiazzata da una tipetta più smilza di nome Doggy!
D’altronde, che ci volete fare?! Questa è la dura legge del web!

Beeelen però non si vuole dare per vinta! E’ venuta a conoscenza che nella casa accanto a quella di Bruno vive un certo Fabio, un famoso film maker, un mago degli effetti speciali, e si è messa in testa di fare dei video su Tik Tok e diventare una influencer come la Ferragni.
Li vedo parlare per ore ed ore. Discutono su tutto! Lei vuole sempre dire la sua, persino su quali luci usare: si è intestardita che vuole le stesse di Barbara D’Urso!
Chissà come andrà a finire…

Pare che nella casa contigua a quella del Fabio ci abiti un’altra coppia di super creativi: Andrea e Valentina. Lui è il regista di Topo Tip e di tanti altri film di animazione e lei è una sceneggiatrice e autrice bravissima!
Topo Tip è uno dei miei cartoni preferiti! Lo guardo tutti i giorni alla tv insieme a Lola. E’ proprio simpatico e furbetto quel topino! Ha tanti amici e porta sempre con sé Teddy, il suo inseparabile orsacchiotto.

Li ho sentiti parlare di una nuova fantastica serie, ‘Gli Acchiappagiochi‘, che andrà presto in onda.
Al centro saranno le avventure di cinque piccoli alieni con il compito di acchiappare tutti i giochi da cortile di un tempo per evitare che scompaiano per sempre, da “1-2-3 Stella” a “nascondino”, …

Mi sa che uno di loro è già arrivato qui tra noi. Ho il forte sospetto che si tratti di quella pappagallina che da un po’ di tempo vedo girare qui intorno.
E’ veramente buffissima. Ha un ciuffo giallo di capelli ritti sulla testa, stile mohicans punk rockers!
Dice di chiamarsi Wanda e fischietta tutto il giorno (ma non era un pesce di nome Wanda???!).

E’ talmente appassionata dei film di George Lucas che sa a memoria le battute di tutti i personaggi!
Gli umani si sono intestarditi ad insegnarle alcune canzoncine e lei le ripete tutte sbagliate (e se devo essere sincera, è pure un po’ stonata…).

E’ capitato solo una volta che ne ripetesse una alla perfezione:  è scoppiato un applauso talmente fragoroso da parte di tutti che Wanda si è terrorizzata ed è corsa a bersi una tazza di tè al latte!

Da allora gira per casa con le cuffiette e ascolta solo Chillout Music!
E, a proposito di musica, credo che ‘legemelle‘ siano un gruppo indie-rock…. Avrebbero dovuto aprire il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas, ma poi hanno scelto quei ManeMane…vabbè avete capito, no? Quelli vestiti con le tutine a stelle e strisce che ricordano tanto la mise anni ’70 degli Abba e dei Cugini di Campagna.
Eh sì, legemelle sono davvero curiose!
Ma mai quanto il Bruno! Sembra esser lì con noi ma poi, tutto d’un tratto, sparisce. Non fisicamente. Lui è sempre lì, ma ti accorgi subito che con la testa se ne è andato altrove. Poi ritorna sempre, questo sì, ma corre subito a scrivere o a disegnare quello che ha visto o incontrato in quei “viaggi”.

Deve essere uno strano mondo quello che va ad esplorare, ed è sicuramente divertente, perché talvolta ridacchia da solo…forse è un po’matto (anche perché parla sempre con me e con tutti gli animali che incontra).
Noi lo capiamo poco, però il Bruno ci vuole molto bene, questo è sicuro!  E a me questo basta, perché anch’io gliene voglio tanto.

La cosa più bella è che, quando parte con la testa, noi siamo liberi di fare quello che più ci pare. Si dimentica completamente di noi. Diventiamo invisibili ai suoi occhi.
E allora, se siamo nel prato, io e la Lola scorrazziamo in lungo e in largo e ruzzoliamo nell’erba, tra le margheritine  bianche e i ranuncoli gialli. Siamo felicissime! Un po’ meno contenti, forse, sono gli insetti disturbati dalle nostre invasioni.

C’è sempre un intenso brulicare di una meravigliosa natura.
Grilli e cavallette si allenano al salto in lungo, libellule dalle lunghe ali volano a scatti e le coccinelle, dal vestito a pallini, passeggiano elegantemente sui fili d’erba.
Alcune chiocciole scivolano piano tra i ciuffi verdi e lasciano una meravigliosa scia d’argento, mentre alcune file di formiche si incrociano a tutta velocità: ogni tanto, accade uno scontro ma per fortuna senza feriti!

Ma il nostro passatempo preferito è quello di annusare le tracce di tutti gli animali che son passati di lì durante la notte: volpi, tassi, procioni, bisce, …
Non li abbiamo mai visti ma è come se li conoscessimo tutti, uno ad uno.
Ma tra tutti gli abitanti del bosco, gli scoiattoli per me sono i più appassionanti. Eccone uno lì! Ooooh è già sparito dietro al tronco! Puff ! Svanito in un battibaleno!  Ehi! Eccolo di nuovo! Ma è moooolto più in alto! Ma come caspita farà? Deve essere un trucco degli scoiattoli!!! Avranno chiesto al mago Houdini?!

A volte, cerco anch’io di arrampicarmi su qualche albero, ma non ce la faccio. Magari fossi un’aquila! Il mio grande sogno è quello di poter volare come quel simpatico bracchetto bianco e nero, sempre a caccia del Barone Rosso.

Spesso ci raggiunge un lontano cugino, un magrissimo galgo di nome Pedro, che corre come un razzo e quando ci piomba addosso ci terrorizza. A lui piace inseguire le cose e la Lola, che, in effetti, potrebbe assomigliare ad un grosso coniglio!
Quando lo vede arrivare a cento all’ora, lei non sa più dove nascondersi!
Scappa via veloce perché è convinta che ce l’abbia con lei.

Pur di catturare qualcosa, Pedro insegue anche i corvi Cra Cra che volano lassù nel cielo. Ma non riesce mai ad acchiapparli perché sono a cinquanta metri sopra di noi!  Forse anche lui sogna di volare e mi sa che per questo Natale chiederà a Santa Claus di portargli un piccolo biplano!
A fine giornata, prima di andarsene, si rivolge a noi con un: ‘Bueno, adiós., chicas!’ Io e la Lola ci guardiamo un po’ esterrefatte perchè non sappiamo proprio cosa significhi, ma una cosa è certa: vedendolo allontanarsi, tiriamo un gran sospiro di sollievo!

Pedro, Beeelen e Bruno Bozzetto

E così riprendiamo a giocare tranquillamente e andiamo a fare quattro chiacchiere con  Geppo il picchio, Carlotta la cavalletta e Rosicchio la talpa, che è una gran curiosona (anzi direi una gran ficcanaso) e sa tutto, ma proprio tutto, di tutti! E noi l’ascoltiamo divertite.

Così le giornate trascorrono tranquille e serene.
Se devo essere sincera, a casa un po’ mi annoio… Dormo, ma son sempre pronta a tener d’occhio, anzi d’orecchio, tutti quei rumorini che sono collegati a cassetti, scatolette metalliche, armadietti, … insomma a tutto ciò che possa fare apparire dal nulla quei biscotti buonissimi! Un vera leccornia!

Poi vado a sdraiarmi accanto ai piedi del Bruno, che durante la giornata scrive o disegna sempre cose su uno schermo luminoso. Non so esattamente cosa faccia, ma deve piacergli molto, perché non smette mai, va avanti per ore ed ore!
E allora, volete sapere cosa faccio? Allo scoccare delle 12 e delle 19, vado a toccarlo dolcemente con la zampa e lui ride perché dice che ho l’orologio in pancia, un po’ come il coccodrillo della favola di Peter Pan.

Il Bruno ha inventato una cosa davvero magica. Esattamente a quelle ore, ogni giorno, ci regala una cosa che lui chiama “il contentino”: cinque crocchette, ma solo cinque! Un giochetto extra pasti che ci fa letteralmente impazzire, anche se alla fine non mangiamo praticamente nulla!

Che ingiustizia però!!! (Mi hanno detto che lo ripeteva sempre un pulcino tutto nero in tv…. peccato non averlo conosciuto, mi sarebbe stato tanto simpatico!).

https://youtu.be/ipMTemyULYA

https://www.calimero.com/it/cartoline/ingiustizia

Ed ecco che la voce di Bruno rompe il silenzio: ‘Siete pronti?’ Il motore dell’auto borbotta. Le portiere sbattono e incomincia la corsa verso altri luoghi.

E’ quasi sempre un lungo viaggio, e quando mi fanno uscire dal baule sono sempre un po’ intontita.
Mi guardo intorno e mi ritrovo davanti a tantissima acqua! Ma siamo impazziti?! E’ uno scherzo vero?!!! Nooooon mi piace proprio! Ma cosa pensate? Che voglia diventare la nuova Pellegrini del nuoto azzurro?! Voglio tornare a casaaaaa!

Pensate che c’è un  pastore tedesco che corre avanti e indietro,  abbaiando come un pazzo alle onde e non la vuole proprio smettere! Cosa mai avrà visto? Avrà avvistato un sottomarino? Magari quello giallo?  Almeno impara l’inglese! Così ti possono rispondere e tu la smetti di fare tutta questo rumore!

Aaaaaa, non è proprio cosa per me! Io preferisco la neve! E’ così bianca e soffice! Per me e la Lola è davvero uno spasso! Corriamo e ci divertiamo tantissimo!.

Sarebbe bello anche sfrecciare lungo le discese con uno slittino! Devo proprio chiedere a Bruno di regalarcene uno.
  
Con i simpatici svitati viviamo sempre delle avventure meravigliose, ma la verità è che sto bene anche quando restiamo a casa, riuniti tutti insieme.
Perché noi ci vogliamo bene ed è questa la cosa più bella ed importante nella vita.

Lascia un messaggio

La registrazione non è richiesta.