LE TENTAZIONI…
8 gennaio, 2013   |  

Avevo intenzione di scrivere una lettera in cui poter raccontare la mia delusione sulle scelte di Mario Monti.

Avrei provato ad immaginare lo scenario politico e sociale dinnanzi al suo ingresso nell’agone.

Avrei cercato di suggerire una mia analisi sulle conseguenze di tale importante passaggio.

Ma dopo aver letto l’editoriale domenicale di Eugenio Scalfari… ho avvertito la stessa sensazione che provo quando vengo definito un buon autore di testi musicali… Penso a quello che hanno prodotto i vari Mogol, Dalla, Baglioni… e mi passa la voglia di scrivere… e di credere ai buoni complimenti…

I miei percorsi, i miei orizzonti di confronto e indagine sono sempre illuminati da questa penna, che non ha solo il merito di essere la più grande del giornalismo italiano. Ma, appunto, quella di confermarsi come la voce più attenta, sensibile, analitica e scrupolosa del nostro paese.

Invito, pertanto, chi ancora non avesse avuto questo piacere, alla lettura di PERCHE’ MONTI MI HA DELUSO.

(http://www.repubblica.it/politica/2013/01/06/news/perch_monti_mi_ha_deluso-49977594/)

Posso solo esprimere il mio sincero dispiacere.

Posso solo manifestare un sentimento di amarezza dinnanzi alla caduta in trappola tesa dalla più comune tentazione.Posso solo raccontare la mia tristezza rispetto ai flash che hanno illuminato il suo simbolo, quando il Professore ha sollevato il drappo rosso… svelando la più importante innovazione politica dell’ultimo decennio…

Sarebbe stato bello il mantenimento di un alto profilo. Sarebbe stato bello riconfermare l’importanza del suo contributo, le ragioni del suo arrivo, una prospettiva istituzionale poggiata su sane condivisioni con il partito che ha tutelato la sua iniziativa, con coerenza e rispetto, e non certo a corrente alternata.

Ci troviamo dinnanzi, invece, ad un nuovo leader del più comune calderone. Al raggruppamento di forze politiche che credono di aver trovato nel professore un salvatore. Stop.

L’articolo citato mi permette di annunciare una nuova rubrica che tra pochi giorni entrerà a far parte di “Condivisione Democratica”, all’interno della rubrica “Cultura politica”.

Letti, condivisi e riproposti.

Riproporremo, citando autore e fonte, articoli (integrali, sintesi o stralci) di particolare significato e che possano essere considerati condivisibili dalla nostra sensibilità o viceversa come produttori di elementi con cui si sia in disaccordo, ma i cui punti di vista è opportuno conoscere.

Abbiamo pensato sia un vero peccato che un articolo di vaglio debba vivere un solo giorno ed essere conosciuto solo da chi quel giorno ha avuto la possibilità di accedervi. Intendiamo in questo modo, invece, tutelare la sua valenza, mantenere la sua importanza nel tempo, avere l’opportunità di ritornarci sopra, di rileggerlo a distanza e di scoprire    sorprendenti illuminazioni.

Un archivio, un frammento di memoria storica che possa fornirci di sempre nuovi strumenti.

Presto on line!




 
Condivisione Democratica  |  Copyright © 2016  |   Tutti i diritti riservati  |  Disclaimer & Privacy
Testata giornalistica on line di riflessione, proposta e approfondimento politico culturale
Registrata al Tribunale di Roma il 25/09/2012 Reg. n. 273
Direttore Responsabile Gerry Mottola