Carla Rocchi (ENPA), voteremo solo candidati pro-protezione animali
11 maggio, 2016   |  

La Capitale e i suoi animali. Tra i tanti mali di cui soffre la città, marginale è lo spazio di attenzione al tema della tutela dei suoi animali. Le elezioni amministrative si avvicinano a grandi passi e le associazioni animaliste fanno sentire la loro voce. Condivisione democratica ne parla con Carla Rocchi, Presidente dell’ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali.

Era il lontano 2005, quando il Consiglio comunale di Roma deliberò il Regolamento comunale sulla tutela degli animali, uno strumento che poteva essere considerato un significativo punto di arrivo. Sono passati 11 anni. Cosa è accaduto?

Purtroppo veniamo da anni di pessime gestioni politiche e tecniche delle amministrazioni capitoline, imputabili sia alla Giunta Alemanno che a quella Marino. Entrambe le giunte si sono rese responsabili di scelte scellerate in tema, ad esempio, di ricoveri – assolutamente inadeguati – per le cosiddette botticelle. Scelte, che hanno portato allo scempio paesaggistico di un parco pubblico come Villa Borghese, tutelato dall’Unesco e dalla Carta di Firenze che ne decreta l’inedificabilità.

Quali sono oggi le criticità, tra quelle mai risolte e le nuove che si sono affacciate?

Riteniamo che la vicenda botticelle sia ancora tutta da risolvere. Il solo fatto che ancora esistano queste carrozzelle è una vergogna nazionale. È poi prioritario che venga messa a regime la gestione dei canili comunali, chiudendo progressivamente le convenzioni con quelli privati di proprietà di imprenditori. E, ancora, è urgente che si applichi finalmente il Regolamento comunale Tutela Animali.

Quale è l’agenda 2016 delle associazioni animaliste di Roma? Cosa chiedete all’Amministrazione capitolina che si insedierà dopo il 19 giugno?

Oltre ai temi già accennati, le associazioni animaliste di Roma chiedono una maggiore attenzione alle colonie feline. Ricordiamo che, soprattutto nel centro storico, esse sono insediate in siti archeologici e potrebbero, quindi, essere motivo di ulteriore richiamo turistico. Inoltre, auspichiamo progetti specifici di sterilizzazioni gratuite per le famiglie meno abbienti e per gli animali ospitati nelle strutture di accoglienza o liberi nel territorio.

Traffico, mobilità, rifiuti, corruzione sono i temi che campeggiano sulle pagine dei giornali e che i romani maggiormente lamentano. Dal vostro osservatorio, e al di là degli animalisti convinti, che tipo di sensibilità e consapevolezza riscontrate nei cittadini romani con riferimento alla protezione degli animali?

Ancor prima che dalle associazioni animaliste, la conferma della consapevolezza della tutela dei diritti degli animali ci giunge dall’Eurispes che, in una recente indagine al livello nazionale, ha rilevato che l’86% degli italiani è molto sensibile alle tematiche animalistiche. L’insensibilità sui questi temi, ritenuti di gradissimo rilievo dalla popolazione, è piuttosto, imputabile alle forze politiche. In questa tornata elettorale gli animalisti voteranno solo candidati che offrano reali garanzie sull’assunzione di impegni precisi e puntuali in favore degli animali.

Persone, animali e l’ambizione di una dignitosa convivenza. Che tipo di ambiente urbano può rispondere meglio ai bisogni di entrambi?

Intanto diciamo basta ad una serie di interventi dannosi, a cominciare dalle potature selvagge che si effettuano anche quando gli uccelli hanno appena nidificato. Occorre, poi, misurare gli interventi di pulizia delle fontane nei parchi. Spesso, infatti, interventi troppi aggressivi incidono negativamente sulla fauna minore. Infine, chiediamo, più in generale, maggior attenzione al patrimonio floristico di Roma. Questa è una città molto ricca di vegetazione, sovente drammaticamente abbandonata.




 
Condivisione Democratica  |  Copyright © 2016  |   Tutti i diritti riservati  |  Disclaimer & Privacy
Testata giornalistica on line di riflessione, proposta e approfondimento politico culturale
Registrata al Tribunale di Roma il 25/09/2012 Reg. n. 273
Direttore Responsabile Gerry Mottola