LA VITA E’ L’ARTE DELL’INCONTRO
14 maggio, 2014   |  

La vita è l’arte dell’incontro. Il mio caro amico Sergio Endrigo amava ricordarlo spesso, facendo sue le parole del poeta brasiliano Vinicius De Moraes, e realizzando un disco che rimarrà tra le pagine più belle della musica di ogni tempo e Paese.

La nostra avventura umana può nutrirsi di ingredienti meravigliosi, che solo un abbraccio condiviso può offrire, solo la bellezza di un percorso comune può ispirare.

Condivisione Democratica, grazie al bellissimo lavoro del nostro redattore Giorgio Gabrielli, ha incontrato Gavino Angius. Un momento emozionante, suggestivo. Due ore di memoria storica, sguardi in avanti, confronti, percorsi, verità.

Un caffè denso di stimoli, proposte più o meno esplicite, sentieri su cui riflettere. Un incontro che ha riscoperto un entusiasmo smarrito e che invita a custodirlo, proteggerlo, dinnanzi ad ogni nuova possibile delusione, ad ogni nuovo possibile sconforto.

Grazie di cuore a Gavino Angius. Grazie  per le suggestioni, gli spunti creativi e le prese di coscienza.

C’è un’Italia viva che non smette di credere, di lavorare duro, con tutte le sue difficoltà, incertezze, sospensioni.

Puoi incontrarla negli occhi di tanti passanti, nelle mani che stringerai, nei rapporti e nei confronti di ogni giorno.

Il mese scorso ho acquistato un libro, “Il camorrista” di Joe Marrazzo, attraverso il canale web del suo editore Tullio Pironti di Napoli.

Gentilezza, professionalità ed efficienza si sono manifestate attraverso un modo di operare garbato, ma soprattutto umano. La corrispondenza intercorsa non ha mai subìto il senso di velocità, freddezza e distacco solito della comunicazione e dei rapporti interpersonali, reali o virtuali, professionali o commerciali dei nostri tempi.

Non è uno spot per una casa editrice. D’altra parte la sua storia non ne ha certo bisogno.

E’ solo lo stimolo ad una riflessione, ad un pensiero positivo, ad uno scambio che può avverarsi.

Il nostro Paese ha bisogno di tante strette di mano. Ha bisogno che i suoi figli si guardino negli occhi e cerchino insieme il giusto cammino.

Se la nostra testata giornalistica ha voluto nominarsi con l’invito più aperto all’abbraccio più forte che possa immaginarsi,  è perché ha creduto e crede che tutto ciò non possa esaurirsi.

Non si è mai soli. Basta non isolarsi.

Perché in fondo la vita, amico, non è che l’arte dell’incontro.




 
Condivisione Democratica  |  Copyright © 2016  |   Tutti i diritti riservati  |  Disclaimer & Privacy
Testata giornalistica on line di riflessione, proposta e approfondimento politico culturale
Registrata al Tribunale di Roma il 25/09/2012 Reg. n. 273
Direttore Responsabile Gerry Mottola