Non “silenziamo” nessuno.
4 gennaio, 2013   |  

Nel Partito Democratico le proposte si discutono non si tacciono, non si silenziano le voci dissonanti ma le si ascolta, per imparare, specie se le critiche sono mosse con senso costruttivo e propositivo.

Fassina già tempo fa ha criticato l’agenda Monti con un suo articolo il cui titolo non lasciava spazio all’immaginazione: “Rottamare l’agenda Monti” (“Il Foglio” del  9 Ottobre). E’ stato uno dei primi a criticare apertamente la linea della austerità a tutti i costi, non una critica a Monti, ma alla sua “Agenda”, così scriveva  << “L’agenda Monti” non funziona. Il presidente Monti si è trovato, da un lato, vincolato dall’agenda conservatrice europea e dall’altro, costretto a confermare gli impegni ancor più restrittivi, sottoscritti per deficit di credibilità politica, dal governo Berlusconi-Bossi-Tremonti>>. Si parla di pareggio di bilancio, già operazione complicata, da anticipare di un anno. Si parla degli squilibri tra capitale e lavoro.

Ora Fassina è stato votato da molte persone alle primarie per i parlamentari del 29-30 Dicembre (11.770 voti raccolti a Roma) e la sua lettura dell’economia, le sue ricette per le azioni da intraprendere per ristabilire una relazione tra investimenti, innovazione e lavoro sarà in parlamento. Non intendiamo silenziare nessuno, non zittire, ma discutere di soluzioni che non siano demagogiche o “magiche”.




 
Condivisione Democratica  |  Copyright © 2016  |   Tutti i diritti riservati  |  Disclaimer & Privacy
Testata giornalistica on line di riflessione, proposta e approfondimento politico culturale
Registrata al Tribunale di Roma il 25/09/2012 Reg. n. 273
Direttore Responsabile Gerry Mottola