Ricominciamo… dalle origini
2 ottobre, 2014   |  

Ormai il mese di settembre è alle spalle, il “si ricomincia” ha dilagato in tutti i campi: dispute e battaglie sul lavoro con i contratti non rinnovati e le dispute sull’art 18, la cassa integrazioni e la mobilità, ma anche le code sulle consolari romane, gli scioperi settimanali, lo spettro del nuovo stadio che incombe a Roma sud ed il miraggio salvifico della nuova Metro C.  Anche la scuola è ricominciata con sempre più problemi economici e gestionali: uno sciopero il secondo giorno di questo nuovo anno scolastico. Ogni anno che passa ho la netta sensazione che quello che i nostri figli (per inciso il nostro futuro) saprà, sarà il frutto della fatica di insegnanti che amano il loro mestiere e della presenza della famiglia, perché nel concreto l’istituzione “Scuola” è una nave alla deriva.

Per fortuna la cultura non si arresta. O almeno non si ferma la voglia di sapere e conoscere.

Cerchiamo quindi di non farla fermare, anzi di diffondere il più possibile iniziative che possano contribuire al “ricominciamo a incuriosirci”. Avvicinandoci alla conoscenza con l’occhio del bambino che guarda con meraviglia e semplicità della prima volta.

Ricominciamo…da Augusto.

Per celebrare la ricorrenza dei duemila anni dalla morte di Augusto (19 agosto 14 d.C.) si  segnalano alcuni appuntamenti :

 

Foro di Augusto. 2000 anni dopo

Fino al 2 novembre, grazie alla recente proroga decisa per soddisfare le richieste a biglietti ormai esauriti, una grande ricostruzione storica con supporti multimediali ideata e condotta da Piero Angela e Paco Lanciano. Promossa da Roma Capitale e prodotto da Zètema Progetto Cultura, il progetto rientra nelle celebrazioni per il Bimillenario della morte di Augusto (19 agosto 14 d.C.) e in un più ampio intervento di valorizzazione dei Fori Imperiali. Questo progetto, in particolare, è a costo zero: si sostiene con gli introiti della biglietteria. Introiti che finora hanno superato ogni aspettativa: 880mila euro d’incassi, oltre 75mila spettatori (dati del portale Comune di Roma).

http://www.viaggionelforodiaugusto.it/.

 

 

Nuovi percorsi della Villa di Livia e nuovo allestimento dell’antiquarium

La villa, appartenuta a Livia Drusilla moglie dell’Imperatore Augusto, era chiamata “ad Gallinas Albas” perché vi sarebbe avvenuto un evento prodigioso: un’aquila avrebbe lasciato cadere in grembo a Livia una gallina bianca con un ramo di alloro nel becco. Gli aruspici, in seguito all’evento, avevano prescritto di allevare l’animale e piantare il ramo di alloro e custodirlo religiosamente. La residenza è ricordata anche dagli scrittori antichi Svetonio, Cassio Dione e Plinio che la colloca al IX miglio della via Flaminia, su un’altura che domina il Tevere presso l’attuale Prima Porta. La Villa di Livia a Prima Porta, è un monumento di straordinaria importanza storica e archeologica

http://archeoroma.beniculturali.it/siti_archeologici/suburbio/villa_di_livia

 

 

Riapertura del Museo Palatino, riorganizzazione e ampliamento del percorso archeologico della Casa di Augusto e della Casa di Livia.

La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma ha rinnovato l’allestimento del Museo Palatino, nonché la riorganizzazione dell’annesso percorso archeologico della Casa di Augusto e della Casa di Livia, i luoghi per eccellenza del primo imperatore e della sua famiglia, nonché di quella politica fatta di tradizione e innovazione che caratterizzerà tutto il suo Principato.
Vico Lugario davanti alla Basilica Giulia

Per ultimo, ma non per importanza, segnalo l’apertura dell’ultima tappa (almeno per il momento) del programma di celebrazioni per i 2000 anni dalla morte di Augusto. Dopo 4 anni di lavori, apre il 1° Ottobre al pubblico l’antico percorso, davanti alla Basilica Giulia, del Vico Lugario che un tempo collegava la via Sacra al Tevere. Il percorso rivela molto della vita ai tempi dell’imperatore, restituendo al tempo stesso unitarietà topografica tra Foro e Campidoglio. Saranno messi a disposizione dei visitatori, pannelli esplicativi e una ‘ForumApp’ per orientarsi con un click nell’area archeologica.

Qui il link del programma completo delle aperture, degli eventi e dei luoghi augustei per il Bimillenario augusteo.

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_739972651.html

 

 

…insomma che l’autunno culturale 2014 abbia inizio perché, come ci insegna la natura, è durante i mesi invernali che gli alberi lavorano per dare poi i frutti in primavera.

 

Buona cultura a tutti




 
Condivisione Democratica  |  Copyright © 2016  |   Tutti i diritti riservati  |  Disclaimer & Privacy
Testata giornalistica on line di riflessione, proposta e approfondimento politico culturale
Registrata al Tribunale di Roma il 25/09/2012 Reg. n. 273
Direttore Responsabile Gerry Mottola