Un Problema di Produttività
27 febbraio, 2014   |  

Spesso si parla delle spese per il parlamento e per i deputati.

Parlare dei costi della democrazia e delle libertà in generale è un argomento delicato da trattare con la dovuta cautela. Ma è un argomento che va affrontato.

La Commissione Giovannini si doveva occupare delle remunerazioni dei politici italiani ed ha rinunciato all’incarico (suscitando tante critiche) lasciando un unico documento nel quale sostanzialmente si afferma che i parlamentari italiani non costino più dei loro omologhi europei.

Mi sono andato a guardare (più per pignoleria che altro) il risultato tanto deriso pubblicamente e devo dire che sono rimasto sorpreso.
I parlamentari italiani ad una indennità lorda di 10.435 euro tassabile sommano una serie di altre voci (diaria, rimborso spese per l’ esercizio del mandato, teoricamente dei rimborsi spese per i quali però non è richiesta alcuna documentazione) per un totale 17.149 € ai quali si possono aggiungere altri 1.845 € di spese con documentazione.
Facendo il raffronto con la Gran Bretagna (per praticità perchè è tutto pubblicato sul sito dell’Independent Parliamentary Standard Authority, dove si possono trovare ogni singola ricevuta per ogni singola spesa di ogni singolo parlamentare), sommando tutto, un deputato italiano “costa” al contribuente 19.840 euro al mese, uno inglese 20.774 euro.

Però non è tutto qui.
Quella che fa lievitare la spesa della camera non sono i singoli deputati, ma le spese per i gruppi parlamentari e per i partiti: Contributi ai gruppi (4743€), Rimborso Spese Elettorale (5181€) e Spese di Trasporto (1376€) sono numeri che fanno aumentare la spesa di quasi 12000€, per deputato ogni mese.

Io metterei la questione non tanto sulla spesa ma sulla produttività del parlamento, sulla capacità di rispondere alle esigenze dell’Italia.
E’ questione di qualità più che di quantità.

 




 
Condivisione Democratica  |  Copyright © 2016  |   Tutti i diritti riservati  |  Disclaimer & Privacy
Testata giornalistica on line di riflessione, proposta e approfondimento politico culturale
Registrata al Tribunale di Roma il 25/09/2012 Reg. n. 273
Direttore Responsabile Gerry Mottola