VOTO IN ROSA
12 febbraio, 2013   |  

Il Partito Democratico è l’unico partito italiano che per correggere la bruttura della legge elettorale che abbiamo a livello nazionale ha organizzato delle primarie, prima per la scelta del candidato premier e poi per la scelta dei candidati al parlamento. Ma è anche l’unico partito, e qui forse del mondo, che le ha organizzate indicando la doppia preferenza uomo-donna in modo che poi le liste risultassero composte da metà uomini e metà donne, con la sola quantità dei voti a decretarne la posizione in lista.

La legge elettorale della regione Lazio prevede le preferenze e per questo il PD non ha svolto le primarie, ma ha presentato una  lista composta da metà uomini e metà donne: le risorse delle migliori amministrazioni di prossimità. Per dare far in modo di avere il maggior numero di donne nella sala consigliare della Pisana, il PD laziale ha costituito le liste inserendo le donne nei posti più in alto. I voti assegnati al PD che non presentino la preferenza dovrebbero quindi andare a favore della rappresentanza femminile. Ma questo è sufficiente? Se paradossalmente tutti i voti avessero una preferenza “maschile” potremmo trovarci nella situazione di non avere nemmeno una donna nel consiglio regionale.

Noi di Condivisione Democratica che crediamo fermamente che la rappresentanza femminile sia una grande risorsa per la collettività, chiediamo che il PD si spenda per pubblicizzare il voto al femminile, pubblicizzare le nostre candidate in modo deciso e inequivocabile da subito.

E per il futuro speriamo che la proposta di legge regionale che prevede la doppia preferenza di genere possa veder la luce, così come è attualmente nella regione Campania ad esempio, in modo che nelle prossime elezioni non ci dovremmo trovare a fare un appello per il voto femminile.




 
Condivisione Democratica  |  Copyright © 2016  |   Tutti i diritti riservati  |  Disclaimer & Privacy
Testata giornalistica on line di riflessione, proposta e approfondimento politico culturale
Registrata al Tribunale di Roma il 25/09/2012 Reg. n. 273
Direttore Responsabile Gerry Mottola